Sezione della Svizzera italiana di Pro Militia (SSI)

ll 21 dicembre 1993 si è costituita la «Sezione ticinese dei Veterani», affiliata all’«Associazione federale dei Veterani dell’Esercito svizzero». Il 2 maggio 1994 il Comitato direttivo della Sezione si riuniva per modificare lo statuto sociale allo scopo di estendere le sue attività anche al Grigioni italiano, integrando nel comitato un membro grigionese.

Nel 1997 la Sezione ha fatto ristampare il libro «50 e 1 giorni di frontiera con il battaglione di copertura», un diario dei primi 50 giorni di mobilitazione del 1939 scritto dall’avv. Franco Gallino. La modifica degli statuti con il cambiamento di nome dell’Associazione in «PRO MILITIA Associazione degli ex-militari dell’ Esercito Svizzero, Sezione della Svizzera italiana» è stata accettata a larga maggioranza da soci intervenuti all’assemblea generale ordinaria dell’8 maggio 1999, tenutasi alla caserma del Monte Ceneri. Luigi Valeri, presidente dell’Associazione dalla sua fondazione, è stato acclamato presidente onorario.

Il 14 dicembre 2002 è stato presentato l’album fotografico «Hanno difeso la pace» quale memoria storica del contributo dato da persone, enti e associazioni della Svizzera italiana a fatti e avvenimenti che hanno costituito la realtà concreta e tangibile del nostro esercito per la difesa degli alti valori della pace, della democrazia, libertà e sicurezza del nostro Paese durante il conflitto 1939-1945. Nella stessa occasione è pure stato benedetto il vessillo dell’Associazione.

I membri dell comitato in carica per 2017 sono:

  • Presidente: Angelo Polli
  • Vicepresidente: Remo Lardi
  • Segretaria-Cassiera: Angioletta Isotta
  • Membri: Elena D’Alessandri, Giacomo Borioli, Daniele Bindella, Sergio Bustini e Alessandra Isotta
  • Commissione redazionale SSI: Giorgio Piona, Alessandra Isotta